Ultime notizie

Ast Terni, a Roma presentato il primo bilancio di sostenibilità. Per la Fim Cisl e la Cisl: “Ora nuovi obiettivi per innovare le relazioni sindacali”.

Dichiarazione del Segretario Regionale Fim Cisl Umbria Simone Liti e del Coordinatore Area Sindacale Territoriale Cisl Terni – Orvieto Angelo Manzotti

bilancio di sostenibilità (1)È stato presentato questa mattina il primo bilancio di sostenibilità di Ast TERNI. Questo rappresenta un altro tassello importante nella costruzione di più solide relazioni sindacali. L’appuntamento odierno arriva dopo il piano industriale, l’accordo sull’integrativo e la sottoscrizione del protocollo Sas in prefettura a Terni. Anche in quest’ultima occasione le organizzazioni sindacali sono state protagoniste anche grazie alla richiesta di un bilancio di sostenibilità.

 

 

 

bilancio sostenibilità (2)Come Fim e Cisl quindi non possiamo che essere soddisfatti per quanto illustrato oggi a Roma da Ast: si tratta di un impegno che va in un’ottica di valorizzazione del territorio (di quella realtà dove opera l’azienda), che dà rinnovato impulso alla tanto auspicata economia circolare e quindi alla sostenibilità ambientale, incidendo in questo modo anche nel tessuto economico e sociale. Quello di questa mattina, dunque, può essere un importante passo per rilanciare l’occupazione che, affiancato con buone pratiche di formazione, può anche creare l’opportunità per nuovi profili professionali.

 

bilancio sostenibilità (0)La prospettiva, con questo nuovo atto, deve rafforzare ancora di più il concetto di strategicita’ del sito siderurgico di Ast TERNI, dove la cultura della sostenibilità ambientale e sociale deve essere impulso di sviluppo e crescita. Traguardi possibili solo attraverso il continuo e costruttivo potenziamento e l’innovazione delle relazioni sindacali.

Roma, 8 luglio 2019

Cgil, Cisl e Uil per le zone colpite dal sisma 2016

norcia - 4 luglio 2019 (0)Questa mattina, 4 luglio, a Norcia Cgil, Cisl e Uil assieme a Confindustria, grazie alla raccolta fondi, hanno presentato un progetto a favore della Cooperativa Lenticchie di Castelluccio (per info: www.comitatosismacentroitalia.org/…/cooperativa-lenticchia…/).

 

 

 


norcia - 4 luglio 2019 (1)Per la Cisl hanno partecipato il segretario nazionale Cisl Angelo Colombini, Paolo Acciai della Cisl Nazionale, il segretario regionale Cisl Umbria Francesca Rossi e il coordinatore dell’Area Sindacale Territoriale Cisl Foligno-Spoleto Bruno Mancinelli (nella foto).

 

 

 

 

norcia - 4 luglio 2019 (2)“L’iniziativa di questa mattina -sottolinea la Cisl- si pone in continuità con il nostro impegno profuso a sostenere le nuove ed esistenti attività produttive nelle zone del Centro Italia colpite dal sisma del 2016”.

 

 

 

 

castelluccio di norcia - 5 luglio 2019In occasione della fioritura della lenticchia la presentazione di progetti IMP e QIP realizzati a Norcia con contributo di Cgil, Cisl e Uil e Confindustria grazie alle donazioni e alla solidarietà dei lavoratori e delle imprese

Anf, la domanda si fa all’Inas Cisl

marcello barniDa lunedì 1° luglio, i dipendenti privati possono già fare domanda per ottenere l’assegno al nucleo familiare (Anf). Per non avere pensieri è possibile rivolgersi agli esperti del patronato Inas Cisl per l’invio online.

Da quest’anno, infatti, l’Anf non si può più chiedere tramite il datore di lavoro. “Considerato che non compilare correttamente la domanda può far perdere l’assegno -avverte Marcello Barni, responsabile Inas Cisl Umbria- per evitare che l’Inps respinga la richiesta e per ottenere l’importo a cui si ha effettivamente diritto è meglio affidarsi a noi”.

Gli operatori del Patronato si occuperanno della compilazione e dell’invio e potranno valutare se si ha diritto anche ad altre formule di supporto per la famiglia.

Inas Cisl Umbria

Perugia, 3 luglio 2019

 

Dal Prefetto di Perugia per la sicurezza nei luoghi di lavoro

“Ringraziamo il prefetto per aver preso in tempi rapidi, come chiedevamo, questa importante iniziativa. Ora sarà nostro impegno e, ci auguriamo, quello di tutti i soggetti seduti al tavolo, fare di questa conferenza uno strumento davvero operativo e concreto per poter incidere in maniera significativa su questa piaga, che continua a mietere vittime tra le persone che lavorano”. Lo sottolineano i tre segretari generali regionali di Cgil, Cisl e Uil Umbria, Vincenzo Sgalla, Ulderico Sbarra e Claudio Bendini presenti alla Conferenza regionale sulla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, convocata dal prefetto di Perugia, che si è tenuta questa mattina. All’incontro ha partecipato anche il segretario regionale Cisl Umbria Francesca Rossi.

Alla Conferenza -che arriva dopo il 13 giugno quando Cgil, Cisl e Uil dell’Umbria avevano manifestato per chiedere interventi urgenti e un’assunzione di responsabilità collettiva sul tema della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro- erano stati convocati tutti i soggetti in causa: dalla Regione alle due prefetture, dall’Università alle Aziende sanitarie, le forze dell’ordine, i vigili del fuoco, gli enti preposti (Inps, Inail, Ispettorato del lavoro), le Camere di Commercio di Perugia e Terni, Confindustria, Ance e Cgil, Cisl e Uil.
Perugia, 3 luglio 2019

Populismi, soluzione o problema?

polulismi, soluzione o problema“Le sfide inedite” in occasione del Festival dello Sviluppo Sostenibile 2019, proseguono gli incontri di Narni con “Populismi, soluzione o problema?“.

 

 

 

 

 

 

Sbarra - Narni, 28 giugnoTra gli interventi di venerdì 28 giugno, a partire dalle ore 16, quello del segretario generale regionale Cisl Umbria Ulderico Sbarra.

Infortuni sul lavoro: il prefetto di Perugia convoca la Conferenza regionale per il 3 luglio

by CISL LDS

ulderico sbarraCgil, Cisl e Uil: “Accolta la nostra richiesta, ora massimo impegno per farne uno strumento operativo”

Si terrà il prossimo 3 luglio a Perugia, presso la prefettura, la Conferenza regionale sulla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. A convocarla è stato il prefetto di Perugia, Claudio Sgaraglia, che ha così tenuto fede all’impegno preso lo scorso 13 giugno con Cgil, Cisl e Uil dell’Umbria, che in quella data avevano manifestato proprio sotto la sede del palazzo del governo per chiedere interventi urgenti e un’assunzione di responsabilità collettiva, visti i dati allarmanti sull’andamento degli infortuni in Umbria nel 2019.
Non a caso, la convocazione del prefetto riguarda davvero tutti i soggetti in causa: dalla Regione alle due prefetture, dall’Università alle Aziende sanitarie, le forze dell’ordine, i vigili del fuoco, gli enti preposti (Inps, Inail, Ispettorato del lavoro), le Camere di Commercio di Perugia e Terni, Confindustria, Ance e Cgil, Cisl e Uil.
“Ringraziamo il prefetto per aver preso in tempi rapidi, come chiedevamo, questa importante iniziativa – affermano i segretari di Cgil, Cisl e Uil dell’Umbria, Vincenzo Sgalla, Ulderico Sbarra (nella foto) e Claudio Bendini – Ora sarà nostro impegno e quello di tutti i soggetti seduti al tavolo, fare di questa conferenza uno strumento davvero operativo e concreto per poter incidere in maniera significativa su questa piaga che continua a mietere vittime tra le persone che lavorano”.

Perugia, 24 giugno 2019

Alimentitaliani, l’incontro di Fai Flai Uila Umbria alla sede di Terni: “Tutte le parti in causa siano vigili su tale vicenda”

by CISL LDS

immagine unitariaSi è tenuto oggi 24 giugno 2019, presso la sede di Terni di Alimentitaliani in fallimento una riunione tra il curatore dott. Caldiero, il custode delle Fattorie avv. Celestino e le OO.SS. Fai, Flai e Uila dell’Umbria e le Rsu.

Nonostante viene comunicato un esercizio provvisorio in attivo e la volontà da parte delle curatele di giungere velocemente ad un accordo, tanto sbandierato nei precedenti incontri, ancora ad oggi non si è perfezionato il documento di sintesi. Chiediamo quindi un repentino e definitivo raggiungimento dell’accordo. Trovarlo, consentirebbe il riesame dello sblocco dei sequestri delle quote delle Fattorie Novelli e al tempo stesso la possibilità di addivenire ad un bando di vendita che tenga conto di tutta la filiera Uova. Il Custode delle Fattorie Novelli, Avv. Celestino invita le due curatele a trovare una soluzione entro il 15 Luglio prossimo, poiché diversamente da ciò esaminerà ulteriori strade per la messa in sicurezza delle Fattorie, garantendo e ribadendo il mantenimento degli attuali livelli occupazionali.

Le OO.SS. Fai Flai e Uila ribadisco con forza la volontà di essere coinvolti, una volta risolte le situazioni giudiziarie, nella costituzione del bando di vendita. Inoltre che gli aspetti economici di un’eventuale maggiore offerta non sia l’unico criterio, ma si tenga conto di un piano industriale serio che garantisca la piena occupazione visto i molti sacrifici chiamati a fare i lavoratori.
Tutte le parti in causa siano vigili su tale vicenda.

OO.S.S
Fai Flai e Uila

Terni, 24 Giugno 2019