L’Anteas di Orvieto guarda al futuro e alle idee dei giovani

by CISL LDS

L’ANTEAS DI ORVIETO GUARDA AL FUTURO E ALLE IDEE DEI GIOVANI: “SIAMO FERMI A CAUSA DELLA PANDEMIA, MA ATTENTI A QUELLO CHE CI VORRANNO PROPORRE LE NUOVE GENERAZIONI”

L’Anteas di Orvieto guarda oltre il Covid-19 e non si ferma. “E’ solo un momento di pausa che stiamo usando per la progettazione, per valorizzare le idee dei giovani e cominciare a orientarci con i nuovi strumenti tecnologici, funzionali alla comunicazione e quindi alla socializzazione, che vorranno proporci”. E’ Andreina Sperati, la presidente dell’Anteas di Orvieto, a parlare in occasione della relazione dell’anno 2021 che, quest’anno, a causa della pandemia si è sintetizzata con una comunicazione di metà gennaio all’ufficio servizi sociali del Comune di Orvieto, inviata per conoscenza al sindaco Roberta Tardani.

“Per quanto riguarda l’anno 2020 – scrive la presidente Andreina Sperati – le attività sono state tutte sospese il 5 marzo 2020 a seguito del Dpcm del Governo causa Coronavirus. Tuttavia, nel mese di luglio 2020, la nostra associazione ha ripreso qualche forma di attività, ovviamente con le limitazioni dovute alla norme Covid-19”. Come a rendere pubblica la resilienza di questa associazione di volontariato che, spinta da grande motivazione, non ci sta a veder spengere a poco a poco la propria attività, che negli anni si è profusa con incontri informativi rivolti alla popolazione, iniziative destinate agli anziani e ai bambini e supporto alle parrocchie impegnate nel sostenere chi si trova in una situazione di disagio economico. “Il nostro contributo si è mosso in ausilio delle parrocchie – precisa Sperati – come per l’organizzazione assieme alla parrocchia Sant’Anna di Orvieto Scalo, nello scorso mese di luglio, del campo scuola per bambini e ragazzi, nel rispetto delle normative Covid-19. Sempre nel 2020 abbiamo contribuito anche all’impianto di amplificazione dell’organo situato presso la Chiesa di Orvieto Scalo”.

Festa del socio Anteas Servizi Turistici Etsi Umbria: “Il nostro fine è quello dello stare insieme”

by CISL LDS

Festa del socio Anteas Servizi Turistici Etsi Umbria, il grazie ai soci, simpatizzanti e ai partecipanti ai festeggiamenti in corso a Rivotorto di Assisi arriva dalla presidente Anteas Servizi Turistici Etsi Umbria Grazia Di Giacomo e dal presidente Anteas Umbria Gustavo Sciamanna (nella foto a sinistra). Presente a Rivotorto di Assisi (Perugia), all’incontro del 9 febbraio, il segretario generale Cisl Umbria Angelo Manzotti (nella foto in basso a destra): “La Cisl è con i lavoratori anche fuori dal perimetro del lavoro”.

“Il 2019 è stato un anno particolare per la gente coinvolta – ha sottolineato Di Giacomo- abbiamo visto crescere l’entusiasmo e il numero delle adesioni alla nostra associazione. Anche nel 2020 proseguiremo con il nostro impegno, che da oltre 40 anni si è sempre più ramificato nel territorio, e ha un importante fine: quello dello stare insieme”.

L”Antes Umbria condivide l’iniziativa di oggi. “Invitiamo i nostri soci e simpatizzanti – ha affermato Sciamanna- a sostenere le nostre attività destinando all’Anteas Umbria il 5 per mille”.

Alla riscoperta dei vecchi mestieri

by CISL LDS

I pensionati della Cisl puntano sul dialogo intergenerazionale

19.02.15antichimestieriAlla riscoperta dei vecchi mestieri”, un convegno nel quale i nonni si raccontano. E’ questo l’intento dei pensionati della Cisl (Umbria, coordinamento donne e Rls del Trasimeno) e dell’associazione Anteas regionale per il giorno 15 febbraio. Una mattinata, a partire dalle ore 9,30 al Museo del Patrimonio Culturale, Palazzo Moretti di Pozzuolo di Castiglion del Lago, nella quale i nonni racconteranno il territorio da un punto di vista soggettivo, quello che li ha visti impegnati lontano dall’attuale e inimmaginabile tecnologia della contemporaneità.

Ad aprire i lavori sarà Bruna Raspa , coordinatrice donne FNP CISL del Perugino, che darà ai presenti il filo conduttore dell’incontro, improntando l’appuntamento in quel dialogo intergenerazionale tanto caro ai pensionati della Cisl. Prima della descrizione del progetto da parte del professor Mario Morellini, esperto naturalista di arti e mestieri, che ha curato nelle scorse settimane due progetti con le scuole (uno sulla filiera della carta e l’altro sull’antica tradizione dei cesti), saranno chiamati al microfono Giorgio Menghini, segretario generale regionale FNP CISL Umbria, e Gustavo Sciamanna, presidente Anteas Umbria.

Alle 10,30 la parola sarà passata alle nuove generazioni, che testimonieranno l’esperienza di approfondimento del passato attraverso la partecipazione ai laboratori. All’incontro, che sarà moderato da Cristina Cicalini della Fnp Cisl del Trasimeno, interverranno da programma Romeo Pippi, vice sindaco di Castiglione del Lago, Alessio Meloni, assessore comunale alle politiche sociali, Mariella Spadoni, assessore comunale a bilancio finanze e tributi, Eleonora Tesei, dirigente scolastico Istituto Omnicomprensivo Rosselli Rasetti. A concludere la mattinata di lavori sarà Luigi Fabiani, responsabile territoriale FNP CISL del Perugino. I presenti saranno coinvolti poi in un’esperienza di cultura: la visita guidata al museo grazie a Claudio Monellini, presidente del Museo del Patrimonio Culturale. La partecipazione è libera.