Scuola, le organizzazioni sindacali ribadiscono l’importanza dell’impostazione interculturale e dell’integrazione

by CISL LDS

Nella foto di repertorio il segretario generale Cisl Scuola Umbria Erica Cassetta

Le scriventi O.O.S.S. a seguito dell’intervento di vari esponenti della Lega relativamente all’I.C. di San Giustino, nello specifico del plesso di Fighille, intendono prima di tutto esprimere piena solidarietà alla Dirigente Scolastica, al corpo docente ed al personale tutto della scuola, oggetto di un intervento ingiustificato, formulato senza conoscenza reale dei fatti e della legislazione scolastica e quindi pretestuoso e non condivisibile.

FLC CGIL, CISL SCUOLA, UIL SCUOLA, SNALS, GILDA esprimono poi le seguenti considerazioni.

Riteniamo che la scuola abbia agito secondo principi di correttezza istituzionale e pedagogica in quanto il progetto “Leggendo superiamo ogni distanza” è regolarmente inserito nel PTOF d’Istituto ed è quindi passato attraverso l’approvazione degli Organi Collegiali.

Il  progetto risponde inoltre  ad un’impostazione  interculturale  e di integrazione che caratterizza il nostro sistema scolastico ed il nostro sistema legislativo.

Soprattutto pensiamo che i soggetti esterni alle Istituzioni Scolastiche  debbano rispettare l’autonomia pedagogico-didattica delle  singole scuole,  prevista dalla legge e sancita dalla nostra Costituzione  e i principi fondamentali  della libertà di insegnamento e delle pari opportunità garantiti alle studentesse e agli studenti  dalla Carta costituzionale.

La scuola non può che rispondere ai bisogni espressi dalla comunità del territorio, ma lo fa  attraverso  la sua progettualità, nel rispetto dei principi costituzionali, in quanto attore principale nei i suoi organismi  interni e, ribadiamo, attraverso l’elaborazione ed il rispetto del  PTOF d’Istituto. Principi ai quali la Dirigente Scolastica  ed i docenti della Scuola Primaria di Fighille si sono pienamente  attenuti.

FLC-CGIL (Domenico MAIDA)     

CISL SCUOLA (Erica CASSETTA)    

UIL SCUOLA (Lucia MARINELLI)

SNALS  Confsal (Anna Rita DI BENEDETTO)   

GILDA Unams (Sante PIRRAMI)

Scuola: il 20 ottobre si è riunito il Tavolo Regionale

by CISL LDS

Si è svolta ieri 20 Ottobre 2020, convocata con procedura d’urgenza una riunione del Tavolo Regionale previsto dal DM 39/2020 (Piano Scuola) sul merito del DPCM del 18/10/2020 e dell’Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale del 19/10/2020.

Alla riunione del Tavolo Regionale presente la segretaria generale Cisl Scuola Umbria Erica Cassetta. Nella foto in un sit-in in Piazza Italia a Perugia.

Nella riunione è stato evidenziato  come la convocazione dell’incontro risulti non solo tardiva, ma pone le OO.SS. di fronte a decisioni e misure già adottate.

Le scriventi OO.SS. hanno sottolineato come le scuole, a partire da marzo e per tutto il periodo estivo, abbiano costantemente lavorato per garantire la riapertura in sicurezza. Gli istituti scolastici rappresentano oggi un luogo in cui i percorsi di istruzione ed il processo educativo si svolgono nel pieno rispetto dei protocolli di sicurezza previsti dalle normative vigenti.

Gli interventi proposti a livello nazionale e regionale intervengono quindi  su un’organizzazione della didattica in cui già si prevede il ricorso  alla DID e su soluzioni di flessibilità oraria già attuati in autonomia.

La scuola non può diventare il capro espiatorio della mancata lungimiranza delle istituzioni e degli enti locali che avrebbero dovuto adottare a suo tempo provvedimenti nel campo dei trasporti e di vigilanza sugli assembramenti e non aspettare l’acuirsi della pandemia per ricorrere a soluzioni che nullificano il lavoro ed i sacrifici fatti dalle scuole. 

Le OO.SS. hanno affermato come  inefficace, anzi possibile motivo di  disorganizzazione, lo slittamento alle ore 9,00 dell’apertura degli istituti del secondo grado e ritenuto opportuna anche se tardiva la riduzione dell’indice di capienza degli autobus scolastici al 60%.

E’ stata chiesta vigilanza agli ingressi, alle entrate  ed uscite dalle scuole con interventi di personale individuato dei comuni e dalla protezione civile.

Restano aperti i problemi degli alunni portatori di handicap che nel ricorso alla DID saranno ulteriormente penalizzati e per cui si auspica dai comuni, quando  non possibile la presenza a scuola degli alunni stessi, l’attivazione di assistenti ad personam.

Si auspica un confronto con l’Assessore alla Sanità  per lo snellimento e la velocizzazione   delle procedure di  individuazione dei positivi al Covid-19.

Tali interventi, che in un momento di peggioramento della pandemia risultano  inevitabili, non ci esimono dal riaffermare che il compito  d’istruzione ed educazione della scuola si esercita all’interno della comunità e la comunità nella sua presenza concreta rende efficace il lavoro dei dirigenti scolastici, dei docenti e del personale tutto che si prende cura dei bambini, adolescenti e giovani loro affidati. E’ solo nella processo didattico ed educativo in presenza che si realizza il pieno diritto allo studio, come previsto dalla Costituzione.

Flc-Cgil (D. Maida)          

Cisl Scuola (E. Cassetta)         

Uilscuola-Rua (L. Marinelli)     

Snals-Confsal (A.R. Benedetto)        

Fgu-Gilda (S. Pirrami)

Perugia, 21 ottobre 2020

I sindacati delle scuole davanti alla Prefettura per una scuola più stabile e sicura

by CISL LDS

Il sit-in del 14 ottobre 2020 in Umbria si è tenuto a Perugia e a Terni

“Rendiamo stabile il lavoro e sicure le scuole”: questo il messaggio che questo pomeriggio, 14 ottobre 2020, hanno lanciato dai due sit-in di fronte alle Prefetture di Perugia e Terni FLC CGIL, CISL SCUOLA, UIL SCUOLA RUA, SNALS CONFSAL, GILDA FCU UNAMS UMBRIA.

Un flash-mob per elaborare un piano di stabilizzazione attraverso procedure concorsuali straordinarie. Le modalità che indicano i sindacati della scuola sono chiare: “Dobbiamo stabilizzare tramite prova orale e valutazione di titoli i docenti con tre anni di servizio”. 

Sul sostegno i sindacati invocano la continuità. “La stabilizzazione – affermano i sindacati – deve avvenire tramite prova orale: la loro professionalità è già stata dimostrata negli anni di servizio”. 

Il segretario generale regionale Cisl Scuola Erica Cassetta impegnata in un’intervista video a sostegno della stabilizzazione e della sicurezza nelle scuole

Per tutti, e in particolare per i docenti con tre anni di servizio, FLC CGIL, CISL SCUOLA, UIL SCUOLA RUA, SNALS CONFSAL, GILDA FCU UNAMS UMBRIA chiedono di avviare i percorsi abilitanti.

Le ragioni dei sindacati sono state portate all’attenzione dei prefetti di Perugia e di Terni in costruttivi incontri.

Presidio sindacale/flash mob per sostenere i lavoratori precari della scuola

by CISL LDS

FLC CGIL, CISL SCUOLA, UIL SCUOLA RUA, SNALS CONFSAL, GILDA FCU UNAMS UMBRIA hanno organizzato un Presidio Sindacale/Flash mob per sostenere le ragioni delle lavoratrici e dei lavoratori precari della Scuola.

Obbiettivo degli organizzatori è quello di elaborare un piano di stabilizzazione attraverso procedure concorsuali straordinarie.

Il sit-in si terrà mercoledì 14 ottobre dalle ore 15,30 alle 17,30 sotto le prefetture di Perugia e Terni, nel corso dei quali i sindacati e i lavoratori, partendo da un’analisi della situazione regionale, illustreranno le proprie proposte.

Esami di Stato al via il prossimo 17 giugno. Cgil, Cisl e Uil Umbria e le loro Federazioni della Scuola: “La priorità è la sicurezza”

by CISL LDS

Nella foto la segretaria generale regionale Cisl Scuola Erica Cassetta nel corso del presidio di Perugia in occasione dello sciopero di lunedì 8 giugno 2020

Una lettera a firma congiunta delle Federazioni di Categoria della Scuola e Confederazioni CGIL, CISL e UIL Umbria per l’attivazione immediata di un “Piano d’Intervento Regionale” da parte della Croce Rossa Italiana, sezione Regionale dell’Umbria durante tutto lo svolgimento degli Esami di Stato della Scuola Secondaria di 2°.

Il Piano d’Intervento Regionale, previsto dal Protocollo di sicurezza sottoscritto dalle organizzazioni sindacali e Ministero dell’Istruzione avrà lo scopo di attivare il servizio di “protezione e soccorso sanitario delle persone” che, durante lo svolgimento degli esami, dovessero manifestare eventuali sintomatologie COVID-19.

Attraverso questo servizio sarà possibile garantire la massima sicurezza e tutela della salute degli studenti e del personale scolastico qualora si dovessero presentare situazioni di particolare criticità sanitaria all’interno degli edifici scolastici nel mentre sono in corso gli Esami di Stato che prenderanno il via mercoledì 17 giugno.

#Ripartiamoinsieme. Erica Cassetta (Cisl Scuola): “Responsabilità verso alunni, genitori e lavoratori della scuola”

by CISL LDS

La scuola sciopera l’8 giugno: il perché di uno sciopero al tempo del COVID-19 nel Comunicato Stampa.

Due i presidi in Umbria: uno a Perugia e uno a Terni.

Il segretario generale Cisl Scuola Umbria Erica Cassetta (nella foto): “Responsabilità verso alunni, genitori e lavoratori della scuola”.

La Cisl Umbria partecipa ai presidi. Il segretario generale Cisl Umbria Angelo Manzotti nella piazza di Perugia.